La scelta di un piano di hosting molto spesso viene sottovalutata da webdesigner o da chi si sta avvicinando al web. Da questa scelta però dipenderà la funzionalità e la velocità di un applicazione o sito web. Abbiamo parlato nei precedenti articoli di Spese di gestione di un sito internet e di Hosting, vediamo oggi come scegliere un piano adatto al nostro sito.

Hosting Windows o Linux

Il primo argomento che merita una riflessione è la tipologia di server: Windows o Linux?
La scelta ovviamente è dipesa dalle tecnologie utilizzate nella propria applicazione. Solitamente dove c’è PHP c’è anche Linux e viceversa dove c’è ASP c’è obbligatoriamente Windows.

Questo perché ci sono web server differenti adibiti all’esecuzione dei diversi linguaggi.
Apache infatti processa pagine con script PHP ed è scaricabile ed installabile sia su piattaforma Windows che Linux.
Per le pagine ASP (o ASP.net) invece è necessario il web server di casa Microsoft ovvero Internet Information Services.

Perché è tanto importante questa scelta?
Perché si può andare in contro a problemi relativi alla gestione dei permessi sulle cartelle oppure sull’utilizzo o meno dell’URL rewriting, per non parlare di moduli o estensioni specifiche soltanto per alcuni web server.

Database

La scelta del database è un’altra delle funzionalità da scegliere con cura per non trovarsi ad aver acquistato dei servizi che non verranno sfruttati.
Inutile dire che se l’applicazione è stata sviluppata nativamente con MySQL è consigiabile usufruire di tale database, viceversa è meglio propendere per, ad esempio Microsoft SQL.

Alcune degli applicativi come ad esempio alcuni CMS, utilizzando le PDO, permettono di sfruttare differenti sistemi di database come MySQL, SQL Server, SQLite ecc.

Server dedicato o condiviso

La decisione tra server condiviso o dedicato è principalmente dovuta dal carico di connessioni e di visite che avrà l’applicazione o il sito web in questione.

La soluzione del server condiviso è quella più comune ed economica e viene proposta da quasi tutti i servizi di Hosting. Cosa vuol dire? Semplicemente che il vostro sito risiederà sullo stesso server di altri, andando ad utilizzare la stessa macchina (virtuale o fisica) in modo codiviso.
Molto spesso per lo startup di un sito internet è sufficiente questa soluzione ma capita, con l’incremento delle visite e con la necessità di più risorse che il sito diventerà lento tanto da richiedere un server dedicato.

In questo caso la vostra applicazione sarà l’unica su quella macchina e molto probabilmente sarà chi vi fornisce l’hosting a segnalarvi anticipatamente quest’opzione e conseguentemente anche costi e soluzioni.